La villa del “Boss”- 06/09/2020 Piemonte

La villa del “Boss”- 06/09/2020 Piemonte

Settembre 6, 2020 2 di Bruno Ghirarduzzi

Una intensa giornata di sole e di emozioni, Ambra ed io, approfittiamo della nostra presenza in Piemonte per dar seguito ad un’altra esplorazione.

la villa del “Boss” è così soprannominata in seguito agli eventi che hanno fatto rinchiudere in carcere, il propietario di questa splendida tenuta.

Forse di “Boss” non c’era nulla, ma un’infinità di truffe immobilari di immense proporzioni, ma la leggenda è nata come sono le leggende, è già in odor di verità. Accediamo a questa immensa tenuta nel pomeriggio, la mattinata è stata dedicata ad un’altra splendida esplorazione.

La porta della villa di recentissima costruzione è spalancata, chiedendo come nostro solito “Permesso”, entriamo. Una macchina da scrivere vecchissima, un mazzo di carte, un reggiseno, la tavola della cucina imbandita e nel piatto tre piste di polvere bianca, la scena di un “set”, probabilmente qualche “Urbex” si è divertito a creare un’atmosfera in sapor di “Mala anni 70”. comunque l’impatto è forte, un inconto con altri due urbex , qualche risata e un pò di confronto sul luogo , arricchiscono e completano questa esplorazione.

Entriamo nel salone accanto ,ci accoglie un biliardo ancora in condizioni perfette, un salotto bianco in pelle con muri e soffitti decorati, segno di una ricchezza volutamente ostentata.

Saliamo al secondo piano e..meraviglia !!!! , un ingresso finemente decorato da accesso ad un immenso e splendido salone che trasuda opulenza.

Ogni cosa, ogni arredo è ancora al suo posto ed abbiamo quasi l’impressione che da un momento la casa possa riprender vita.

Un altro piano ed in bella mostra le documentazioni dell’operazione immobilare con transazioni economiche di decine di milioni di euro verso le “Isole vergini”.. ma siamo in un film ..?

Saliamo ancora, un altro piano altre stanze, tutte arredate, la villa e’ infinita e splendida. Da una finestra si gode il panorama della tenuta, della piscina,vari progetti di ville ed abitazioni, chenon hanno mai ha visto la luce.

Usciamo da questa villa e voltandoci indietro ci domandiamo che fine farà questo luogo, deserto abbandonato ma ancora pulsante di vita.

La strada per il ritorno a casa è lunga..

Ambra e bruno nel viaggio.

Esploratori dell’anima, fotografi urbex

Amici speciali – SCD Team